Apri il Menu

Eventi

Fashion Party RI-NASCIMENTO

13/09/2013

Successo per il “FASHION PARTY” all’insegna del“RI-Nascimento”.

Sfilata in life-art
svoltosi venerdì scorso, 13 settembre 2013, a VILLA DI LIVIA-Pozzuoli (NA)
(www.villadilivia.com)


Napoli, 16 settembre 2013

E’ stato un evento glamour e trendy raffinato e ben allestito, uno spettacolo nello spettacolo molto originale, ricercato in proposte, estro, creatività e novità. Il “FASHION PARTY”, svoltosi venerdì sera 13 settembre 2013, nella splendida location di VILLA DI LIVIA, a Pozzuoli (NA), è stato organizzato con cura ed eleganza magistrali dall’Accademia della Moda di Napoli, realtà fervida, giovane ed intraprendente che, da anni, forma i talenti (campani, italiani e anche provenienti da altre parti del mondo) nel campo del fashion e del design di alta qualità. Un pubblico di oltre 500 presenze, giunte su invito alla kermesse, hanno assistito a tre ore di uno spettacolo fashion alternativo e caleidoscopico che ha celebrato argutamente il tema ardito del “RI-Nascimento” attraverso un susseguirsi rutilante ed interessante di quadri scenici all’insegna dell’alta moda e di luminose coreografie in passerella. Il “FASHION PARTY 2013” è stato un modo raro e particolare di presentare al pubblico le creazioni in moda realizzate da una novantina di allievi dell’Accademia che si sono appena diplomati all’ inizio del mese di settembre chiudendo il ciclo triennale di studi per giungere alla qualifica professionale dopo lunghi ed impegnativi studi.
Un evento così originale e bello non poteva che essere allestito nella splendida cornice della residenza storica per ricevimenti e kermesse socio-culturali VILLA DI LIVIA, a Pozzuoli (Na), nel cuore dell’amena ed antica area dei Campi Flegrei, diretta con amore ed intraprendenza dalla famiglia Carrannante.
L’evento ha fatto trionfare la progettualità, la creatività e il talento di quasi 90 designer diplomati da poco: la maggior parte di loro, aventi tra i 22 ed i 23 anni d’età, è proveniente da Napoli e da tutta la Campania; hanno presentato i loro abiti anche alcuni ragazze e ragazzi originari del Camerun (Africa). Le creazioni fashion sono state presentate attraverso uno spettacolo d’arte, moda, teatro e musica davvero particolare ed eclettico, diretto da Pasquale Esposito in una grande installazione visuale-artistico-creativa in movimento. Venti modelle bellissime e molto brave hanno sfilato su di una passerella-palcoscenico indossando 67 abiti che si sono susseguiti in scena in cinque uscite tematiche anche nei colori: la prima uscita ha esaltato i colori dal rosso al beigè, la seconda uscita ha tinto la passerella di bianco, cui è seguito il trionfo del nero, per poi passare, in chiusura, alla quarta e quinta uscita in un tripudio multicolor sulle tinte base del rosa e del blu. L’evento fashion ha inteso essere una rivisitazione dei canoni e degli stili del “RI-Nascimento” evocando e rievocando, in chiave contemporanea, avveniristica e stilisticamente ricercata, l’epoca appunto del Rinascimento. Le modelle dalla pelle diafana, i capelli biondi o ramati, rese ancor più belle da un make-up accentuato ed eccentrico, rese ancor più Signore del “Ri-Nascimento” grazie alle pettinature di capelli raccolti in alto con la fronte scoperta ed il collo in vista, hanno indossato paniers o criardes, sottane con crinoline, irrigidite da stecche e sostegni, insieme a perle e paillettes, inneggiando forme provocanti grazie a tessuti pregiati, damascati e broccati con maniche a sbuffo e tagli simmetrici ed asimmetrici, anche bombè, miscelati a tessuti high-tech, dal carattere forte e contemporaneo come il pvc.

E’ stato scelto il tema “RI-Nascimento” anche per essere dialetticamente eloquenti e parlare ai giovani italiani in un momento di crisi di valori e di crisi socio-economica molto grave per dire che, facendo leva sul proprio talento, estro, capacità di impegno e studio, si può rinascere e prendere il volo, avere anche un futuro solido come cerca di fare, da anni, con virtuosismo ed intraprendenza, l’Accademia della Moda di Napoli con tanti allievi di talento, soprattutto campani ed italiani. In passerella sono vissute tutte le più importanti Donne del Rinascimento italiano, come icone di un mood style ruggente e pulsante, espressioni altere e bellissime di una moda che vuole osare anche in miscele di colori e tessuti, tagliati e intagliati in forme tra arte, artigianalità sartoriale raffinata ed alta moda, per celebrare anche la Donna del Tremila determinata, appassionata ed appassionante, una donna divina, eterea, ma anche di potere e sempre all’altezza delle situazioni più disparate.
 

Photogallery

Videogallery