Apri il Menu

Modellista Sezione Casual


Programma generale
L’obiettivo di questo corso è quello di fornire tutti gli strumenti e le nozioni che permetteranno agli allievi di poter operare all’interno di un’azienda produttrice di abbigliamento casual con la funzione di Modellista Industriale, in grado quindi di passare dal figurino dello stilista al modello, secondo delle scale standard. Per abbigliamento casual si intende tutto ciò che viene usato nel tempo libero, capi comodi e “sportivi”, sia per uomo che per donna.

Modellismo base
Come nella più antica tradizione sartoriale, tutto ha inizio con lo studio delle misure anatomiche. L’allievo riceve in dotazione con il manuale di modellismo le tabelle schematiche con rapporti e misure standard sia maschili che femminili e apprende l’uso delle misure per costruire il modello base.

Sviluppo Taglie
In questa fase del corso l’allievo apprende i rapporti tra le misure ed impara a proporzionare il modello rendendolo adeguato alle diverse taglie.

Tecnica del Cartamodello ed Industrializzazione
Viene approfondito l’indispensabile apprendimento del modellismo: il compito principale del modellista industriale è, infatti, quello di tradurre il figurino o la scheda prototipo, preparati in fase di design, in un cartamodello adeguato alle successive fasi di lavorazione industriale.

Assemblaggio tecnico e Confezione
Il percorso formativo include anche il momento finale del collaudo: una verifica effettuata fisicamente, tagliando il cartamodello su tela, con la prova su manichino della cadenza e della vestibilità.

Conformazioni irregolari
Al futuro modellista vengono forniti gli strumenti teorici e pratici per affrontare e risolvere tutte le problematiche relative alle diverse conformazioni anatomiche dell’uomo e delle donna considerate irregolari.

Sviluppo Taglie Extra
I laboratori di ricerca dell’Accademia della Moda vigilano scrupolosamente sui mutamenti della forma fisica umana ed aggiornano costantemente le tabelle schematiche delle misure standard in uso in Italia ed all’estero: insegna, quindi, ai propri allievi a considerare anche le taglie conformate, i cosiddetti DROP, e tutti quei rapporti di misure considerati irregolari.

Numero allievi previsti per corso 20
Durata 16 mesi
Frequenza 2/3 volte a settimana
Prerequisiti d´accesso Assolvimento Obbligo Scolastico
Qualifica professionale Modellista Industriale
Attestato finale Modellista Industriale T.A.

PROGRAMMA MODULARE

Scheda tecnica

FIGURA PROFESSIONALE

Programma modulare del corso

Modellismo base


1. Introduzione al corso, studio tabelle proporzionali uomo e donna
2. Gonne
3. Corpini
4. Abiti
5. Kimono
6. Camicia base
7. Giacche
8. Cappotto
9. Pantaloni
10. Colli
11. Maniche


Sviluppo Taglie

1. Sviluppo semiscalare gonne
2. Sviluppo semiscalare corpini
3. Sviluppo semiscalare abiti
4. Sviluppo semiscalare giacche
5. Sviluppo semiscalare cappotto
6. Sviluppo semiscalare pantalone
7. Sviluppo semiscalare colli
8. Sviluppo semiscalare maniche
9. Sviluppo calibrato

Tecnica del cartamodello e industrializzazione

1. Approccio agli inquadramenti
2. Lettura e interpretazione scheda Plat
3. Lettura e interpretazione figurino
4. Trasformazione del modello base in cartamodello adeguato alla collezione

Assemblaggio tecnico e confezione

1. Cenni storici sul lavoro artigianale
2. La macchina per cucire
3. Macchine e attrezzature industriali
4. Esercitazioni pratiche

Conformazioni irregolari

1. Abiti di conformazione irregolare
2. Casi particolari

Sviluppo taglie extra

1. Sviluppo calibrato
2. Taglie internazionali

 

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Quella del Modellista Industriale è una professione di spicco nell’ambito dell’abbigliamento, ricercata e remunerata: si tratta, infatti, di una figura indispensabile per le imprese medio-piccole, come per le grandi griffe, e consente sviluppi di carriera molto interessanti, sia sotto il profilo economico, sia sotto quello del ri-conoscimento aziendale. L’Accademia della Moda vanta da 40 anni stretti rapporti con importanti aziende del settore, il che le permette di inserire più del 70% dei propri allievi attraverso stage o assunzioni dirette.